25 Settembre 2020
news
percorso: Home > news > Ravenna

40 anni di UNVS a Ravenna

11-01-2013 09:17 - Ravenna
Anche questo anno la Nostra Sezione, Benemerita della Unione Nazionale Veterani dello Sport, ha organizzato un incontro a cena per scambiare gli auguri di Natale e di Buon Anno e per attribuire i nostri riconoscimenti di Protagonista dello Sport.

L´occasione era importante anche per la ricorrenza di un apprezzabile "compleanno" considerato che la nostra Sezione - premio Benemerenza UNVS anno 1977 - è stata costituita il 18 novembre 1972.

Questo essere Veterani da 40 anni ci rende orgogliosi di portare nel cuore l´impegno preso dai tanti Sportivi Ravegnani, che hanno dato ieri il loro fare ed il loro essere, per conservare e tramandare oggi ai Giovani i valori dello Sport.

E ancora di più orgogliosi abbiamo "gradito" la targa commemorativa del nostro Delegato regionale Rodolfo Giacalone che ha portato i saluti e gli Auguri della Presidenza e della Segreteria nazionale della nostra UNVS.

Voglio soffermarmi e ottenere la Vostra attenzione sul fatto che abbiamo chiamato a presenziare al conferimento dei Diplomi e delle medaglie UNVS, il premio "Fair Play" 2012 alla carriera del Panathlon Club di Ravenna e "Protagonista Dello Sport" 2007 della Sezione UNVS di Ravenna, il Veterano dello Sport Giorgio Bartolini.

Proprio il nostro Veterano Giorgio: approdato a Ravenna come calciatore nel 1959, proveniente dalla Juventus (18 partite in A, poi un infortunio ad un ginocchio); in maglia giallo-rossa per tutta la carriera, fino al 1967; poi sempre nel Ravenna, allenatore del settore giovanile ed anche della prima squadra, direttore sportivo, allenatore di altre squadre, fra cui Marina e Ravegnana, "per restare sempre nel mondo del calcio" presidente di "Noi Giallorossi" ed ora presidente della Cooperativa Ravenna Sport 2019 con il difficile compito di "rifondare" il "mondo" cittadino del calcio.

Due aspetti particolari per raffigurarlo: caso forse unico nel panorama del calcio professionistico, ha ricoperto, nella stessa Squadra, i ruoli di giocatore, di allenatore ed ora di presidente, ma sempre - lo ha raccontato con tranquilla normalità ai tanti giovani atleti presenti - "... senza essere stato nemmeno ammonito ...".

Mi piace dare il dovuto risalto al "fare sincero" di Giorgio Bartolini che come Protagonista dello Sport è la vera identificazione di quello che credo sia il primo Dovere di noi Veterani: essere sempre di esempio e di stimolo e di guida ai nostri Giovani.

Il piacere e la soddisfazione di potere fare qualche "piccola" cosa per lo Sport, farlo con la collaborazione, con le idee, con l´impegno, con la collaborazione di veri Veterani dello Sport come lui, è tutto nostro, nostro dei Veterani della Sezione di Ravenna e nostro di tutti i Veterani italiani della UNVS.

Abbiamo individuato, con grande soddisfazione, nell´ambito degli Associati della Sezione - intitolata a ricordo di un grande dello sport Ravefgnano, il Maestro Stefano Servadei - dei veri protagonisti che in occasione del quinto campionato italiano U.N.V.S. d´avancarica, dove la Squadra, composta da Fulvio Strocchi, Daniele Filipponi, Dario Cortini ed Ivo Angelini, al termine delle due giornate di gara, si è classificata prima, pur partecipando al campionato italiano per la prima volta, davanti alla squadra dei padroni di casa di Faenza.

Nelle classifiche individuali poi due tiratori della Sezione di Ravenna ai primi due posti: Dario Cortini, Campione d´Italia nella specialità "pistola avancarica" ed Ivo Angelini, Campione d´Italia nella specialità "revolver avancarica".

Evidenziamo che Ivo Angelini, il past presidente della Sezione del Tiro a Segno di Ravenna, al termine dell´assemblea nazionale delle sezioni dell´UITS (Unione Italiana Tiro a Segno) è stato eletto Consigliere e componente del Consiglio Direttivo Nazionale. E´ un riconoscimento per il lavoro svolto negli ultimi tempi dalla Sezione del TSN di Ravenna e per i brillanti risultati conseguiti dai suoi Atleti.

Abbiamo conferito il nostro riconoscimento, non solo perché sono Sportivi che si sono sempre distinti, ma perché vivono lo Sport come Scuola di vita, consapevoli di avere sempre "qualcosa" da imparare e sempre pronti ad insegnare con il loro comportamento, l´educazione e il rispetto nella sportività dell´agonismo.

È stata una bella e sincera occasione in amicizia e in sportiva semplicità, anche per dare la nostra solidarietà alla azione meritoria della AIL e per incontrare il Delegato regionale Rodolfo Giacalone e il Presidente della Sezione di Faenza Giovanni Massari, che sono intervenuti dando sportivamente il loro contributo nella occasione delle premiazioni, sia altre Persone che come noi hanno un rapporto particolare con lo Sport.


U.N.V.S. Ravenna Sezione S. Servadei
Il presidente
Giovanni Salbaroli

Realizzazione siti web www.sitoper.it