14 Dicembre 2019
[]
news
percorso: Home > news > Ravenna

CIAO SERGIO...

16-09-2015 13:31 - Ravenna
Il mondo del volley e dello sport è in lutto. E´ morto Sergio Guerra, ex giocatore di Spem Faenza, Lubiam Bologna e Casadio Ravenna e poi allenatore della Teodora e della nazionale femminile, sempre vicino allo Sport.

71 anni, Sergio Guerra era nato a Cesena il 23 aprile 1944 ed è stato un alfiere del volley ravennate. Alzatore di sostanza in grado di arrivare anche alla nazionale A (dove ha collezionato 5 presenze: debutto a Norimberga il 15 aprile 1968 in Olanda-Italia 3-0), Sergio Guerra ha legato indissolubilmente il proprio nome da allenatore all´epopea della Teodora Ravenna, la squadra che negli anni Ottanta ha battuto tutti i record, vincendo 11 scudetti consecutivi (dal 1980/81 al 1990/91) e due Coppe Campioni nel 1988 e nel 1992.

Restano epiche le battaglie in campo internazionale con le superpotenze sovietiche e bulgare, per anni le uniche in grado di contrastare il livello tecnico raggiunto dal club ravennate grazie ad un affiatamento nato proprio da metodi di Guerra. Quello degli scudetti consecutivi non è l´unico record: tra il 15 marzo 1985 e l´8 dicembre 1987 la Teodora passò alla storia per aver conquistato 72 vittorie consecutive nel campionato italiano.

Le ragazze della Teodora erano così forti che furono chiamate in blocco in azzurro. Per diverse stagioni quasi tutte le titolari della Nazionale erano giocatrici dal club ravennate. La federazione decise quindi di nominare Guerra per guidare quel sestetto, tant´è vero che lui lo portò subito a vincere un bronzo agli Europei nell´89.

Quel miracolo costruito in casa -ovvero con giocatrici tutte di Ravenna- fu reso possibile da uno straordinario sodalizio con la presidentessa Alfa Garavini e col manager Giuseppe Brusi.

Terminata la carriera ad alto livello, Guerra, da vero appassionato, era rimasto vicino al mondo del volley ravennate con competenza e trasporto. Nelle ultime due stagioni ad esempio, nonostante i problemi di salute, si era infatti seduto in panchina al fianco del figlio Matteo, vincendo due consecutivi campionati di serie C con la Si Computer Ravenna.

Sergio Guerra è stato uno dei capisaldi della pallavolo della nostra città. Con lui e grazie a lui le ragazze dell´ Olympia Teodora hanno vissuto stagioni straordinarie, entusiasmando le migliaia di ravennati appassionati di questo sport. Guerra è stato, senza ombra di dubbio, uno dei protagonisti principali della storia dello sport ravennate.

Anche nella vita privata, come sui campi di pallavolo, Guerra ha sempre mostrato grande fair play, impegnandosi come imprenditore, con serietà e onestà, doti che lo hanno sempre contraddistinto.

Mi piace, in questo momento di grande tristezza, immaginarci "ancora" -lui con la maglia del Classico ed io con quella dello Scientifico- impegnati nei Giochi studenteschi, andare in elevazione, con quella sospensione che non finiva mai, e colpire la palla con il suo colpo mancino senza nemmeno farmela vedere.

I Veterani della Sezione di Ravenna, la sua Sezione, i Veterani tutti della UNVS nazionale, vicini alla moglie Carla ed ai figli Matteo e Michela, si alzano in piedi e si inchinano al Suo ricordo.


Fonte: Giovanni Salbaroli - Delegato UNVS Romagna

[Realizzazione siti web www.sitoper.it]