28 Novembre 2021
[]
news
percorso: Home > news > Bassa Romagna

MUOVERSI OLTRE LE DISABILITA'

06-11-2021 16:16 - Bassa Romagna
Le diversità come risorsa

Il progetto è stato ideato dalle associazioni Conselicesi Shaharazad e NUMD in collaborazione con l’Unione Nazionale Veterani dello Sport Sezione Bassa Romagna e fa parte di un progetto più ampio, “Le diversità come risorsa”, con capofila Demetra-Donne in aiuto, finanziato in toto dalla Regione Emilia-Romagna, essendosi classificato al sesto posto di un bando regionale.


L’inizio del progetto è stato segnato dalla manifestazione di “Sitting Volley”, ovvero la pallavolo giocata restando seduti a terra, uno sport inclusivo per eccellenza perché annulla le differenze e consente a tutti di gareggiare ad armi pari.


L’iniziativa, con il patrocinio del Comune di Conselice, ha visto scendere in campo i componenti della squadra “PianoterRA” di Sitting-volley di Ravenna, formata da atleti con disabilità, assieme a pallavolisti ed ex-pallavolisti, per un totale di oltre 50 atleti.

La presenza di atleti della nazionale di Sitting Volley, come Davide Dal Pane, ha reso l’evento ancora più interessante.


Non è mancato, al termine e con il supporto prezioso della locale Sezione degli Alpini, il tradizionale “terzo tempo”, concludendo una giornata all’insegna della sana competizione e dello spirito paraolimpico.


Il progetto proseguirà coinvolgendo gli alunni delle scuole e le rispettive famiglie, per contribuire al cambiamento culturale che promuova l’integrazione e il rispetto di tutti.


Con i ragazzi, in collaborazione con la scuola, l’educazione passerà attraverso attività ludico-sportive, il percorso continuerà con incontri serali per gli adulti per promuovere linguaggi non violenti e proposte per promuovere il benessere dei giovani.


“Vogliamo promuovere e riscoprire i valori dello stare insieme, dove tutti si incontrano, aiutando ad uscire dalla solitudine i ragazzi, aumentata dal periodo COVID –riportano gli organizzatori– aiutarli a comunicare, ad evitare forme di violenza che possono sfociare nel bullismo. Per questo vorremmo partire dalle testimonianze e dall’esperienza diretta di ragazzi con disabilità, da coloro che hanno trovato la forza per ripartire”.

L’idea è partita dal territorio conselicese ma l’impegno degli organizzatori è di estendersi a tutto il territorio della Bassa Romagna
.


Con gli esempi di vita degli atleti paraolimpici ancora nella mente, l’evento, che ha portato al Palazzetto dello Sport di Conselice oltre 120 persone, ha centrato l’obiettivo che dovrà essere rinforzato con altre iniziative, non da ultimo far diventare l’evento un appuntamento annuale.







Fonte: Addetto stampa Sezione UNVS Bassa Romagna

Realizzazione siti web www.sitoper.it
cookie